IL NUOVO SITO SARÀ ONLINE TRA:

IDEALED: L'ARTE DI ILLUMINARE

Dalle opere d’arte di Van Gogh agli impianti industriali, dagli archi del Teatro Olimpico alle boutique più raffinate: le lampade LED ad alta tecnologia di Idealed trovano applicazioni in tutti i contesti in cui l’illuminazione gioca un ruolo fondamentale.

Nata dall’esperienza di Bibetech, Idealed fornisce una gamma completa di soluzioni LED per l’arte, l’industria, il retail, accomunate da una ricerca incessante del connubio perfetto tra performance e tecnologia.​​​​​​

In attesa che il nuovo website istituzionale sia completato, questa waiting page illustra le esclusive referenze all’attivo di Idealed nel campo dell’arte e dell’architettura.

Si tratta dell’illuminazione di alcune tra le massime opere artistiche ed architettoniche mai realizzate.

Per informazioni aggiuntive sulla gamma di prodotti Idealed e sulle loro applicazioni nel campo dell’arte, dell’industria e del retail, puoi contattarci a questi recapiti.

Grazie alle sue caratteristiche uniche, il faretto sagomatore a Led VINCENT realizzato da IDEALED è stato scelto per illuminare le opere di van Gogh nella Basilica Palladiana e il Teatro Olimpico di Vicenza. Guardalo all'opera:
Faretto a LED Vincent per impieghi museali

Il faretto per impieghi museali Vincent, progettato e realizzato da IDEALED

Le sorgenti a LED presentano delle emissioni praticamente nulle (o comunque trascurabili) sia nello spettro dell’ultravioletto, sia nello spettro dell’infrarosso. Di conseguenza, scongiurano alla radice il rischio di deterioramento dei pigmenti e dei materiali delle opere d’arte esposte alla luce.

Tuttavia, le lampade a LED per applicazioni museali attualmente sul mercato non sono ancora riuscite a sfruttare tutte le potenzialità della tecnologia LED.

Partendo da questa consapevolezza, IDEALED ha intrapreso un lungo percorso di innovazione e sviluppo in collaborazione con Sklaer, azienda tedesca con esperienza pluriennale nell’illuminazione di opere d’arte, che vanta l’illuminazione della Monna lisa e della Nike di Samotracia al Louvre di Parigi.

Il risultato di questo percorso è il faretto sagomatore ad alte prestazioni per impieghi museali “Vincent”, così battezzato per rendere omaggio al grande pittore olandese van Gogh. Il faretto Vincent, infatti, debutta in occasione della straordinaria Mostra temporanea di Vincent van Gogh "Tra il grano e il cielo" allestita nella Basilica Palladiana di Vicenza.

Il faretto Vincent è un prodotto unico nel suo genere: in aggiunta a tutte le caratteristiche tipiche di un faretto di alta gamma, Vincent consente infatti di variare in modo del tutto indipendente sia l’intensità sia la temperatura di colore della luce emessa, il tutto mantenendo un altissimo livello di qualità dell’emissione luminosa.

Nel dettaglio:

  • l’intensità della luce proiettata dal faretto Vincent può variare dall’1% al 100% ed è flicker-free (priva di tremolii) a tutti i livelli di intensità;
  • La temperatura di colore della luce proiettata dal faretto Vincent è variabile in un range molto ampio, il tutto con un indice di resa cromatica (CRI) elevatissimo: CRI 90 da 2700° K – 5000° K e addirittura CRI 94 da 2800° Kelvin a 4500° Kelvin.

In altre parole, con l’utilizzo del faretto Vincent è possibile selezionare con grande accuratezza sia la temperatura di colore (da luce “fredda” a luce “calda”), sia l’intensità luminosa (da luce “tenue” a luce “intensa”) più adatte per ogni singola opera d’arte illuminata. ​​​​​​​


Vincent: il primo faretto ​​​​​​​per impieghi museali con variazione indipendente dell’intensità e della temperatura di colore della luce.


Se sei un’architetto, con buona probabilità conoscerai già i numerosi vantaggi dell’illuminazione LED.

Si tratta di una tecnologia che sta progressivamente rimpiazzando i sistemi basati su sorgenti luminose tradizionali, sia grazie alla qualità della luce prodotta, sia alle sue caratteristiche di sicurezza, affidabilità ed efficienza energetica.​​​​​​​


Il faretto per impieghi museali Vincent, progettato e realizzato da Bibetech

Il faretto per impieghi museali Vincent consente di variare in modo indipendente sia l'intensità, sia la temperatura di colore della luce emessa.

Queste caratteristiche tecniche fanno di Vincent la soluzione definitiva per l’illuminazione di opere d’arte con aspetto, dimensioni e posizioni molto differenti tra di loro, come ad esempio un quadro ed una scultura, o ancora un palazzo storico.

Grazie alla sua possibilità di variare gamma cromatica, temperatura di colore, intensità della luce e geometria del fascio illuminante, Vincent consente infatti una flessibilità di impiego finora inedita e senza compromessi in termini di qualità ed affidabilità.

Vincent, inoltre, è equipaggiato con un sistema ottico di primo livello, che genera una perfetta omogeneità cromatica e luminosa a prescindere dal soggetto illuminato.

Il tutto senza compromessi in termini di flessibilità: Vincent può infatti essere equipaggiato con ottiche di proiezione sia a focale fissa, sia a focale variabile (zoom), in modo da soddisfare ogni esigenza illuminotecnica nei diversi ambienti architettonici.

Sempre in termini di flessibilità, Vincent può essere programmato singolarmente sia localmente che in remoto: in questo modo è possibile pianificare e dosare alla perfezione l’illuminazione di ogni singola opera d’arte.

Infine, il design minimale e le dimensioni ridotte consentono di sfruttare le enormi potenzialità tecniche di Vincent in maniera discreta, in modo da non distogliere l’attenzione del pubblico dalle opere d’arte illuminate.​​​​

IL FARETTO MUSEALE VINCENT DI IDEALED


Clicca sulle frecce laterali per visualizzare tutte le immagini del faretto sagomatore museale Vincent

COME SI ILLUMINA UN DIPINTO DAL VALORE INESTIMABILE?


L’illuminazione di un dipinto antico è una materia estremamente complessa.

In primo luogo è necessario riuscire a far risaltare le caratteristiche cromatiche di un’opera concepita e realizzata in un momento storico in cui la luce elettrica non esisteva.

La stesura dei diversi strati, il materiale della tela, la stessa fabbricazione dei colori e dei pennelli erano oggetto di un processo manuale certosino ed irripetibile, che caratterizzava la produzione di ogni singolo artista.

All’esigenza di far risaltare le più sottili sfumature cromatiche, si affianca quindi la necessità di valorizzare la matericità tridimensionale dell’opera, che scaturisce dall'insieme dalle pennellate dell’artista.

Se poi il dipinto da illuminare è opera di un gigante come Vincent van Gogh, dotarlo della migliore illuminazione possibile non è solo lecito: è un vero e proprio dovere morale sia nei confronti del pubblico, sia nei confronti della stessa storia dell’Arte.

In secondo luogo, oltre alla gestione della fedeltà cromatica, nell’illuminazione di un’opera d’arte storica è indispensabile considerare l’assoluta necessità di preservare l’integrità di un pezzo unico di valore enorme, se non inestimabile.

Per questi motivi, un faretto normale - anche se di ottima qualità - non basta.

Con questa consapevolezza Bibetech ha realizzato Vincent, il primo faretto ad alte prestazioni per impieghi museali con variazione indipendente dell’intensità e della temperatura di colore della luce emessa.


Esposizione della Gioconda al museo Louvre di Parigi

La Gioconda di Leonardo esposta al Louvre di Parigi. L'illuminazione originale del capolavoro è stata curata da Sklaer, il partner tecnico di IDEALED che ha contribuito allo sviluppo del faretto museale ad alte prestazioni Vincent.

LA MOSTRA TEMPORANEA DI VAN GOGH "TRA IL GRANO E IL CIELO" ALLESTITA NELLA BASILICA PALLADIANA ED ILLUMINATA DA IDEALED


Curata da "Linea d’ombra" di Marco Goldin, la mostra temporanea "Tra il grano e il cielo" presenta un numero eccezionalmente alto di opere di Vincent van Gogh, grazie al contributo del Kröller-Müller Museum in Olanda.

Nelle parole del curatore Goldin, la mostra "ricostruisce con precisione l’intera vicenda biografica, ponendo dapprincipio l’accento sui decisivi anni olandesi, che dall’autunno del 1880 nelle miniere del Borinage, per la verità in Belgio, fino all’autunno del 1885 a conclusione del fondamentale periodo di Nuenen, sono una sorta di stigmate infiammata e continuamente protratta."

Maggiori informazioni sulla mostra sono disponibili a questo indirizzo:

http://www.lineadombra.it/ita/mostre/van-gogh/van-gogh-la-mostra/van-gogh-introduzione.php

Tutte le opere esposte (43 dipinti e 86 disegni) sono illuminate dal faretto museale ad alte prestazioni Vincent, progettato e realizzato e distribuito da IDEALED.


Due zappatori, opera d'arte di Vincent van Gogh

Vincent van Gogh, Due zappatori (da Millet), 1889
olio su tela, cm 74 x 93
Amsterdam, Stedelijk Museum of Modern Art

GLI INTERNI DEL TEATRO OLIMPICO DI VICENZA ILLUMINATI DA IDEALED


Teatro Olimpico Odeo illuminazione Bibetech Idealed

Teatro Olimpico - Salone Odeo, Vicenza


Il Teatro Olimpico è una delle meraviglie artistiche di Vicenza, patrimonio mondiale dell’Unesco. Si tratta della massima espressione dell’opera di Andrea Palladio, che per realizzarlo si ispirò ai teatri romani descritti da Vitruvio.

L’importanza storica, i vincoli architettonici e la complessità funzionale dell’Olimpico rappresentano una sfida pressochè proibitiva in termini illuminotecnici; in questo contesto, la scelta del partner tecnico da parte del Comune di Vicenza è ricaduta su Idealed.

In particolare, Idealed ha realizzato il nuovo impianto di illuminazione delle sale del Teatro Olimpico. Il progetto illuminotecnico ha incontrato le diverse esigenze funzionali del Teatro, tra cui l’illuminazione architetturale, il light design di conferenze e spettacoli e - non ultimo - lo Storytelling curato dalla Scuola Holden di Alessandro Baricco (http://scuolaholden.it/teatro-olimpico-vicenza/)

Per l’illuminazione dei diversi spazi del Teatro sono stati utilizzati dei prodotti Idealed di qualità superiore, tra cui dei proiettori Spot con ottiche intercambiabili - alcuni dei quali costruiti appositamente per l’Olimpico, degli alimentatori con tecnologia Ready2Mains e il faretto Vincent.

Scopri il Teatro Olimpico

CONTATTACI